CORSO GRATUITO: LA DISCIPLINA NORMATIVA EUROPEA E NAZIONALE IN TEMA DI ETICHETTATURA, PRESENTAZIONE E PUBBLICITÀ DEI PRODOTTI ALIMENTARI

portfolio7

Destinatari

Responsabili e addetti qualità, Imprenditori, Figure chiave dell'impresa.

Obiettivi

Il corso si propone di aggiornare le imprese del settore agro-alimentare nel processo di adeguamento della propria operatività quotidiana alla materia del diritto alimentare in tema di informazioni sugli alimenti al consumatore, da intendersi come un insieme vasto, capillare e dinamico di norme europee, di provvedimenti normativi nazionali e di interpretazioni giurisprudenziali e dottrinarie in materia di etichettatura, presentazione e pubblicità dei prodotti alimentari.

La normativa che regola tale settore è tanto rilevante in quanto, non solo è deputata ad assicurare al consumatore il proprio diritto all’informazione, ma è anche volta a garantire un elevato livello di tutela della sua salute, conseguibile attraverso informazioni adeguate sugli alimenti che si consumano. Le scelte dei consumatori, infatti, possono essere influenzate, tra l’altro, da considerazioni di natura sanitaria, oltre che economica, ambientale, sociale ed etica.

Nell’ambito del corso verrà, altresì, analizzata e affrontata un’ampia gamma di casi pratici.

 

Contenuti

- Etichettatura, presentazione e pubblicità degli alimenti: dal Reg. (UE) n. 1169/2011 all’entrata in vigore in Italia del D. Lgs. 231/2017 – L’obbligo di indicazione di origine dell’ingrediente primario e le linee guida della Commissione UE – Parte I;

- Etichettatura, presentazione e pubblicità degli alimenti: dal Reg. (UE) n. 1169/2011 all’entrata in vigore in Italia del D. Lgs. 231/2017 – L’obbligo di indicazione di origine dell’ingrediente primario e le linee guida della Commissione UE – Parte II;

- I claims nutrizionali e sulla salute – dal Reg. (CE) n. 1924/2006 al sistema sanzionatorio nazionale;

- Rintracciabilità, informazioni sugli alimenti e reato di frode in commercio. Alcuni casi di giurisprudenza

 

 

 

Docenti

Avv. Valeria Pullini, esperta di diritto alimentare