Failure Mode & Effect Analysis (FMEA) (usufruibile in modalità webinar)

Destinatari

Responsabili e addetti qualità, responsabili e addetti produzione, responsabili e addetti ufficio tecnico

Obiettivi

Il percorso vuole sviluppare la strategia di innovazione che persegue la creazione di (nuovi) significati, promuovendo, in logica di valorizzazione, maggiori longevità e personalità dei prodotti e, in logica esplorativa, il superamento di ostacoli cognitivi (es. la fissità funzionale dei prodotti/servizi), l'elaborazione di nuovi paradigmi di utilizzo/consumo, grazie al ricorso al design discourse, alle comunità epistemiche, al sense-making collaborativo, al pensiero laterale, alla valorizzazione dell'heritage e all'esplorazione di significati quiescienti nelle epifanie tecnologiche. Il capitale culturale rappresenta la risorsa distintiva attivabile dall'agente nel suo sforzo di innovazione by design. La FMEA (Failure Mode and Effect Analysis) è una metodologia utilizzata per analizzare le modalità di guasto o di difetto di un processo, prodotto, servizio o sistema.

Tra gli obiettivi:
– Individuare preventivamente i potenziali modi di guasto.
– Determinare le cause dei modi di guasto.
– Valutare gli effetti dei modi di guasto in ottica di soddisfacimento dei bisogni del cliente (esterno/interno).
– Quantificare il gli indici di rischio e stabilire le priorità di intervento.
– Identificare le opportune azioni correttive/preventive.

Contenuti

Contenuti

1. “Capire la Qualità”: approcci alla qualità e set di strumenti per fare qualità.

2.   Introduzione teorica al FMEA.

3.  Introduzione teorica al DFMEA, PFMEA e cenni di FMECA.

4.  Esempi applicativi aziendali.

5. Attività di gruppo per realizzazione di FMEA di prodotto/processo

Docenti

Andrea Bet è Ingegnere meccanico. Da Dirigente ha guidato prima come Direttore Operations tre stabilimenti asiatici di Electrolux Professional e in seguito sei stabilimenti tra Messico e Cina. Dal 2004 è consulente direzionale con approccio «kaizen. Guida un team di consulenti, formati sul campo, per supportare a 360° la “trasformazione lean profonda” che ogni azienda cerca. Insegna dal 2019 come docente del Corso di «Gestione della Produzione» ad Ingegneria Meccanica di Ferrara.